Questionario di Proust

Questionario di Proust

Dopo quasi tre settimane dal rientro al lavoro, alle normali attività stressanti quotidiane e quindi anche agli allenamenti comme il faut, mi sono ritrovata spesso a declinare degli inviti per via del periodo di carico e la necessità di correre o dormire, risparmiando energie (non si corre di certo un lungo dopo una notte brava, no?). In questo modo, mi sono trovata a rispondere ad una serie di domande più svariate possibili che si concludono comunque con l’interlocutore, che solitamente non corre, che batte ritirata sconfortato dal non aver capito e di non avermi convinta a demordere. L’idea di questo articolo, in stile Questionario di Proust, è nata durante un lungo, quindi, dove per sviare la mente dalla fatica mi compiacevo di quei momenti di impasse dove culture diverse ed idee diverse sullo stile di vita si incontrano e cercano di capirsi a vicenda. Comunque, ahimè, devo dare un po’ di ragione a Linus, quando cominci, ti ritrovi a Parlare sempre di corsa, ti accorgi di quanta gente corra o di come sia inspiegabile agli occhi di chi non corre la pratica costante di uno sport che chiede fatica e dedizione…..come molti altri d’altronde!!!
In versione romanzata….questa potrebbe essere una conversazione tipo o la raccolta delle domande più astruse!

La tua occupazione preferita del tempo libero.
Cene con amici, passeggiate, cucinare, cinema e corsa naturalmente. In questo periodo, la corsa ha la priorità assoluta!
Occupazione tipica del venerdi sera in questo periodo.
Riposo, metabolizzo la settimana per prepararmi ai lunghi del weekend.
Perché?
È un periodo di estremo carico, il lunghi richiedono parecchie energie che da qualche altra parte bisogna recuperare.
Non ti pesa?
No. Sono cresciuta con qualcuno che mi diceva:

“Se devi fare le cose, vanno fatte per bene, altrimenti evita di farle!”

Perché corri?
Perché mi equilibra e mi fa sentire estremamente bene.
Non ti senti pazza?
In ognuno di noi c’e’ un briciolo di pazzia, no?
Costa fatica?
Si, fatica fisica, ma ricambia con un benessere psicofisico. Fatica che serve sempre, in ogni cosa per andare a prendere ogni obiettivo che ci si prefigge.
Il tratto principale del tuo carattere.
Determinata e appassionata delle cose in cui credo
Quel che apprezzi di più nei miei amici
Onestà e amicizia
Il principale difetto.
Essere Permalosa
Il sogno di felicità.
Per ora, finire la Maratona di New York e poter dire: Niente è impossibile al volere!
Pensi di continuare dopo la Maratona o ti fermi e torni normale.
Sono già normale, la Maratona è impegnativa, penso che mi concentrerò di più sull’obiettivo di migliorare i tempi della Mezza e dei 10km
Il paese dove vorresti vivere.
United Kingdom
Il colore che preferisci per la corsa
Fucsia, giallo…tutti i colori che non metterei mai nelle mie giornate!
Quel che detesti più di tutto.
L’apatia, la stanchezza atavica
Non credi che la corsa stia diventando una malattia, una fissazione.
No, chi trova la sua ricetta per vivere, ci si affeziona e difficilmente la cambia. Io ho trovato la mia.
L’impresa che ammiri di più.
Quella di uomini o donne che sfidando se stessi e i propri limiti raggiungono quello per cui hanno tanto lavorato.
Il dono di natura che vorresti avere.
La tranquillità
Stato d’animo attuale
Inquieto, come solito.
Il tuo motto.
Due, il primo: insisti persisti raggiungi e conquista! Il secondo: alla fine andrà tutto bene, e se non andrà bene vorrà dire che non è la fine!

20130920-082000.jpg

Share

Francesca, Sportblooger e Maratoneta che corre nella vita di tutti i giorni, per sport, ma soprattutto per assaporare ogni attimo di vita. Run A Life è il personalissimo percorso per celebrare ciò che c’è ed esiste per ignorare tutto quello che sembra mancare. La Vita è una corsa, la corsa è la Vita. Uno spazio per condividere avventure sportive, libri, video e personaggi che lasciano un segno ma anche i viaggi intrapresi per lavoro o per il semplice piacere di correre per le strade del mondo.

Comments

  1. Come mi trovi d accordo….bellissimo articolo, da fare leggere a tt quelli che nn capiscono cosa voglia dire correre,le sensazioni,il benessere che ne deriva e fanno di tutto per togliertelo……hai il mio sostegno in tutti i tuoi allenamenti..’di dove sei?magari potremmo allenarci un po’ insieme …’io di milano…a presto claudia

  2. Ciao Claudia, grazie per tuo commento, credo che la maggior perdita per chi non ha ancora cominciato a correre sia proprio il saper riconoscere i benefici che ti regala. io abito a Legnano, appena fuori da Milano per cui sarebbe un’ottima idea incontrarci per fare qualche allenamento insieme. Io di solito esco un po’ come i ladri, la sera tardi dopo il lavoro oppure durante il weekend è più semplice. stai preparando qualche gara in questo periodo? corri anche tu Maratone? grazie ancora, a presto!

  3. Io corro la mattina presto e faccio corso jakult a monza…..corro li o al lambro o parco nord….no maratone no…ho fatto corsa dell autodromo lo scorso sabato….mia prima garetta domani innovation e poi dj 10…nn ho la tua costanza…..a presto claudia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *