Kalenji | Trail Running Experience - Francesca Tognoni
  • Kalenji | Trail Running Experience

    Nov 10th • Posted in Run A Life

    Dicono che ci sa la prima volta per ogni cosa e che la prima esperienza rimanga più facilmente impressa tra i ricordi. Per me è stato così con il Trail running by Kalenji, un’esperienza vissuta grazie al team Decathlon Italia che mi ha fatto scoprire la bellezza di correre immersi nella natura a pochi chilometri da Milano.

    La corsa mi ha insegnato a non credere nell’assolutismo del mai, ma, se qualche anno fa, qualcuno mi avesse detto che avrei provato a correre tra i boschi di Montevecchia testando i prodotti Kalenji grazia Decathlon Italia forse non l’avrei mai creduto possibile. Ed invece, un paio di settimane fa, mi sono ritagliata una mattina di ferie dal lavoro per raggiungere dei nuovi amici al CAI di Montevecchia e da lì iniziare un percorso, lungo poco più di 5 chilometri, immersa nei boschi e nei vigneti di un’adorabile villaggio caratterizzato da una piazza che si affaccia su una vallata offuscata, quel giorno, dalla nebbia e la brina.

    Non nego che, avendo ripreso a correre da pochi giorni, il mio terrore fosse quello di non avere abbastanza fiato e forza per far fronte alle impervie di un sentiero sconosciuto, ma l’adrenalina mi ha dato l’energia giusta per affrontare le salite piuttosto impegnative, le discese sconnesse ed il susseguirsi di terreni differenti. Ero euforica, ma allo stesso tempo concentrata sul percorso e sulle sensazioni che le scarpe Kiprun Trail #MT firmate Kalenji mi regalavano.

    Il percorso ci ha portato ad affrontare un tratto in discesa caratterizzato da un terreno roccioso misto ad un autunnale manto di foglie secche. Raggiunto un prato, che pareva affacciato sull’infinito, ci siamo fermati per una breve sosta. Giusto il tempo di riprendere fiato ed illustrare le caratteristiche tecniche studiate per conferire alla scarpa Kalenji il massimo comfort e una notevole capacità di ammortizzare gli urti. Effettivamente, l’iniziale sensazione di rigidità e di eccessiva compressione che avevo provato non appena indossate, correndo, si è trasformata in una sensazione di assoluta protezione e sostegno.

    Il piede, immobilizzato a dovere, non faticava ad adattarsi al terreno in discesa senza compromettere in alcun modo la sua sicurezza e la falcata. La scarpa Kiprun Trail #MT, infatti, è dotata del sistema brevettato K-only® utilizzato in sinergia con l’introduzione del K-ring.

    Mentre il sistema K-only® garantisce la migliore performance per ogni tipo di falcata, grazie ad un inserto in Pebax® posizionato in corrispondenza del mesopiede e una parte in doppia densità al di sotto del metatarso, il K-ring, un disco di schiuma EVA, assorbe gli impatti proteggendo il tallone. K-only, dove la K richiama il nome del brand Kalenji e only si riferisce alla trasversalità di un’innovazione adatta a pronatori, supinatori e runner neutri, è il risultato di uno studio bio-meccanico della corsa e di un’osservazione di circa 400 runner durata sei mesi condotti da Kalenji in collaborazione con Decathlon SportLabs e Luxembourg Institute of Health.

    Ripreso il fiato, ci siamo avventurati nei boschi risalendo parte del percorso già fatto, ma dirigendoci alla volta del centro di Montevecchia per ammirare il paesaggio della valle offuscata dalla nebbia. Il foliage autunnale aveva raggiunto il massimo della sua espressione artistica e una coltre abbastanza spessa di foglie copriva il percorso rendendolo ancora più insidioso. Il fiato si accorciava sempre difronte alle salite più ripide, ma la motivazione era rinfrancata dai compagni di avventura ed il loro entusiasmo.

    In salita, la scarpa si è dimostrata nuovamente un ottimo alleato. Il terreno compatto reso accidentato dalle foglie secche non ha in alcun modo messo in crisi la spessa suola caratterizzata da tasselli di 5mm che hanno assicurano una perfetta presa ed aderenza, mentre il puntale rinforzato ha protetto il piede dagli urti con gli elementi naturali.

    Dalla piazza principale di Montevecchia siamo ridiscesi attraverso i campi e i vigneti verso il punto di partenza. Per un attimo, ho liberato la mente dai doveri e mi sono gustata il momento: un giovedì mattina insolito passato immersa nella natura, in un’atmosfera resa un po’ surreale dalla nebbia e dalla novità di un’esperienza per me inedita. Il fiato si è regolarizzato, la mente si è riempita di immagini e di sorrisi mentre i miei piedi hanno proseguito la loro corsa, come se non avessero fatto altro nella vita, ignorando i cambi di pendenza e di terreno sicuri del nuovo alleato incontrato: Kalenji Kiprun Trail #MT.

    Per estrema curiosità, ho portato con me le stesse scarpe durante la mia settimana di decluttering in montagna a Santa Caterina, regno di sentieri per camminate e corse infinte. In quei giorni, ho avuto l’opportunità di testare le Kalenji Kiprun Trail #MT su terreni altrettanto accidentati, ma inumiditi dalla pioggia, così come su brevi tratti di asfalto in salita ed in discesa affrontato sia asciutto che bagnato. Le sensazioni di sicurezza e comfort sono rimaste invariate in ogni situazione, anzi pare che il comfort aumenti con l’uso senza compromettere la stabilità e la protezione del piede. Anche sui terreni più accidentati dei ghiaioni dei ghiacciai la spessa suola mi ha permesso un’ascesa in tutta sicurezza, mentre sulle discese più ripide il piede non ha ceduto in avanti causando inutili spiacevoli inconvenienti. L’unica pecca di questa secondo test personale? Sono stata troppo pigra, non ho utilizzato a dovere la tasca porta stringhe e mi sono fermata diverse volte lungo il percorso per riallacciarle.


    Written by Fra Picture Credits Fra & Nik | All rights are reserved